Somewhere in London: reinventarsi puntando sulle passioni!

Sabrina Ferrari è un’emiliana doc. La sua linea di borse in pelle Somewhere in London è nata dopo una permanenza di quasi dieci anni a Londra, una Laurea in Economia e Commercio e una lunga esperienza nel campo dell’informatica.
L’idea di mollare tutto e rischiare è nata dopo la decisione di abbandonare ciò che aveva in Italia, compresa l’azienda di informatica in cui aveva iniziato a lavorare e costruire negli anni ’90, per una nuova esperienza a Londra, lunga ed intensa, che al ritorno in Italia ha riacceso in lei la voglia – e la necessità – di esprimersi in un lavoro creativo.
Uno stile inconfondibile il suo e che ha influenzato tutta la filosofia con cui ha costruito la sua linea di borse, rigorosamente made in Italy, è pensata per donne attente alla moda ma con uno stile raffinato. I colori e le forme sono pulite ed essenziali, realizzate con pelli morbidissime. La passione per le borse è nata grazie alla nonna sarta, che già quando Sabrina aveva 6 anni le aveva insegnato a cucire a macchina. Passione quasi dimenticata, ma che non l’ha mai abbandonata.
Senza alcuna esperienza precedente, ha rischiato con questa esperienza nuova e non senza difficoltà. Elaborare il modo più efficiente di organizzare tutta la filiera di produzione non è stato semplice, ma anche trovare negozi che amassero le sue borse pensate per donne con un forte stile personale è stata una difficoltà che ha dovuto affrontare – con successo – nel suo percorso. Una linea nuova e inimitabile che non tutti da subito sono stati capaci di apprezzare ma che oggi riscuote invece un forte successo.

Un prodotto di nicchia quindi, ma reso speciale grazie anche ad un forte storytelling sia su Instagram, il social network tramite il quale si racconta maggiormente, e il sito web con tutte le informazioni necessarie per entrare in contatto con le sue borse e la sua storia. All’interno del sito redige anche un piccolo blog, in cui racconta delle maggiori collaborazioni e tiene aggiornate le sue clienti sugli eventi a cui trovarla o anteprime delle sue creazioni.

Non più solo borse, Somewhere in London dalla sua nascita avvenuta due anni fa, produce attualmente anche berretti in cashemere e collane: tutti gli accessori vengono ideati e disegnati da lei, e poi realizzati grazie all’aiuto di aziende specializzate.
Oggi finalmente vive grazie ad un lavoro che le piace e la entusiasma giorno dopo giorno, e non vuole rinunciare a questa libertà di espressione costruita nel tempo. Produce l’intera linea in Emilia Romagna, e sebbene sia da sola nel gestire tutto disloca esternamente le lavorazioni, per poter dedicare le energie alla fase creativa del lavoro, senza vincoli. A ottobre ha avuto la possibilità di lavorare con P.A.R.O.S.H. brand dallo stile forte e molto personale, presente con numerose boutique monomarca nel mondo. Somewhere in London pensa a come valorizzare le donne e le veste con un total look completo e affascinante.
Sabrina è soddisfatta di aver abbandonato l’Italia ma anche di esserci tornata: lasciarsi alle spalle una vita e un lavoro diversi le ha permesso di reinventarsi puntando tutto sui suoi sogni. Non ci resta che seguirla e scoprire quale sarà la sua prossima sfida!

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi essere “BRAVA” anche tu? Iscriviti al progetto e scopri tutte le opportunità
iscriviti al progetto
Privacy Policy
Contact Form








×