Senza trucco nè inganno: la storia di Clio MakeUp

Può un canale aperto su YouTube per gioco, trasformarsi in un lavoro a tempo pieno? Clio Zammatteo ha aperto il suo “ClioMakeUp” nel 2008 e da allora, la sua passione per i video e per il make up è diventato un vero e proprio e lavoro che la impegna ogni giorno in shooting e sfilate.

Nata tra le montagne bellunesi, la personalità creativa di Clio emerge sin dall’infanzia e dai primi studi. Diplomata al Liceo Artistico, si trasferisce a Milano per studiare Video Design allo IED: è qui che incontra Claudio, colui che poi diventerà poi il suo compagno di vita, e lo segue per amore a New York.

La Grande Mela si è rivelata per lei un’occasione per venire a contatto con un mondo verso il quale aveva sempre provato grande attrazione ma con il quale non aveva ancora approcciato direttamente, quello del make-up e della bellezza. Su consiglio del compagno decide di iscriversi al  Make Up Designory, una scuola in cui perfezionare le sue competenze finora imparate da autodidatta. Una palestra professionale ma anche di vita, un luogo molto diverso dalla sua Belluno, in cui confrontarsi con una lingua nuova e il dover competere con ragazze dalle storie e dalle culture diverse.

È in questo ambiente ricco di stimoli e occasioni che Clio decide di mettersi alla prova davvero. Volendo esercitarsi nelle lezioni di trucco imparate durante le giornate all’accademia decide di aprire un suo canale YouTube in cui postare regolarmente dei video in italiano raccontando alle ragazze che iniziano a seguirla ciò che lei stessa imparava. Un modo di “uscire dal guscio”, diventando via via più indipendente e consapevole del suo potenziale.

Di lì a poco le chiamate arrivano numerose, e mentre lei sperimenta, chi la guarda impara, creando una community di appassionate e riuscendo a diventare una delle make-up artist più affermate non solo a livello nazionale ma anche internazionale. Vivendo tutt’ora a New York cerca sempre di rimanere aggiornata su quanto accade nell’ambiente fashion e del beauty, in cui è cresciuta professionalmente, e dove negli ultimi anni è riuscita a creare l’immagine di moltissime modelle sia in passerella che negli shooting fotografici di importanti brand e riviste.

Quando le viene chiesto quale possa essere stato il punto di forza che le ha permesso di raggiungere il successo mette al primo posto l’onestà e il suo essere sempre stata autentica in ogni video e in ogni progetto. Inoltre attribuisce molta importanza all’essere curiosi e al non pensare mai di “essere arrivati”. Lei stessa è la prima a voler migliorare le tecniche continuando anche ad iscriversi a corsi di aggiornamento che arricchiscano le sue conoscenze.

Ciò che sicuramente non è mancato è stata una buona dose di coraggio: credere in un progetto nel quale si identificava ma verso il quale aveva timore di doversi esporre troppo a un pubblico incerto, sono state sensazioni che però non l’hanno frenata. E quando deve dare un consiglio alle giovani donne che come lei vogliono mettersi in gioco e iniziare un proprio cammino risponde dicendo che la cosa più importante è avere un’idea che vi appartenga e che faccia stare bene, restando sempre se stessi al 100%.

photocredit: dplay

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi essere “BRAVA” anche tu? Iscriviti al progetto e scopri tutte le opportunità
iscriviti al progetto
Privacy Policy
Contact Form








×