Le scuole scoprono l’imprenditoria femminile

Sono sempre di più le donne che decidono di avviare una propria attività, o che occupano ruoli manageriali, ma i pregiudizi relativi l’impossibilità di conciliare famiglia e lavoro sono ancora ben radicati nella nostra cultura.

Come fare allora? Risolvendo il problema alla base, e formando alle pari opportunità di genere le nuove generazioni.

Ecco quindi che quest’anno all’interno del Progetto Narciso, è stato inserito un riconoscimento speciale alle “Parità di genere”, grazie all’interessamento del Gruppo Donne di Confartigianato Vicenza.

Giunto ormai alla decima edizione il Progetto, che avvicina gli studenti al tessuto artigianale vicentino, quest’anno ha visto coinvolte 29 scuole medie della Provincia di Vicenza, per un totale di 2.500 studenti, che hanno poi raccontato la loro esperienza in più di 1.000 relazioni.

Tra queste segnaliamo la relazione che ha vinto il premio sull’imprenditoria femminile e quella a cui è stata assegnata la menzione di merito.

Premio a:

VALENTINA CANTON della 3^ D 

della Scuola Media Toaldo di Grisignanoi

n visita Cabrellon srl di Longare

Con la seguente motivazione

E’ stata ritenuta una relazione completa e matura che fotografa in modo chiaro e puntuale le diverse fasi di produzione dell’impresa visitata cogliendone le peculiarità e il valore aggiunto delle produzioni artigianali, evidenziando il clima positivo e gli aspetti organizzativi favoriti dall’imprenditrice. La relazione ha saputo anche cogliere la capacità  delle donne che lavorano di essere  multitasking e saper  conciliare e gestire i molti impegni professionali  e privati.

Menzione di merito a:

FRANCESCA LIONZO della 3^F 

della Scuola Media Roncalli di Dueville

in visita a Villa Fabris-Scuola Internazionale di Restauro

Con la seguente motivazione

Per aver elaborato in maniera originale il tema delle “Pari opportunità” attraverso  il vivace confronto fra padre e figlia. L’elaborato riporta ed evidenzia i risultati di uno studio  sul valore delle donne nel mondo del lavoro, analizzando le motivazioni che spingono le donne a fare impresa riprendendo i valori chiave positivi che le distinguono. Si è ritenuto di assegnare la menzione a Francesca Lionzo  per la forte motivazione ad “indagare” il tema dei valori femminili in azienda esprimendo carattere nel sostenere le proprie idee con convinzione.

Dalle relazioni degli studenti emerge, una particolare ammirazione verso queste donne coraggiose che hanno saputo, creare e portare avanti con successo la propria attività con determinazione, e in definitiva, emerge un quadro assolutamente positivo che fa ben sperare per il futuro dell’imprenditoria femminile.

 

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi essere “BRAVA” anche tu? Iscriviti al progetto e scopri tutte le opportunità
iscriviti al progetto
Privacy Policy
Contact Form








×