Il vocabolario di una startupper

Una delle difficoltà maggiori che incontra chi si accinge a fare start-up consiste nel sapersi destreggiare tra adempimenti burocratici e termini tecnici di cui, generalmente, si ignora il significato.

Ecco una piccola guida che vi aiuterà a districarvi nel mondo dell’imprenditoria.

Bootstrapping

Si parla di bootstrapping quando l’avvio della start-up è stato finanziato dal team d’impresa ricorrendo a mezzi personali e non a finanziamenti di terzi.

Break Even Point

Tecnicamente è il “punto di pareggio”, ovvero la fase in cui i ricavi e costi si equivalgono. È dopo il Break Even Point che la start-up inizia a realizzare profitti.

Business Angel

I Business Angels sono finanziatori che apportano all’azienda capitale di rischio per un certo numero di anni (generalmente variano dai 3 ai 5). Oltre al capitale forniscono competenze manageriali e, soprattutto, una fitta rete di contatti fondamentale nella fase di avvio.

I business angels intervengono soprattutto quando le condizioni dell’azienda sono tali da impedire l’accesso al credito bancario o nel caso di start-up prive di bilanci pregressi o di aziende già avviate con indebitamento già elevato o di aziende a scarsa capitalizzazione.

L’investimento può essere fatto singolarmente (da 25.000 a 250.000 euro) o in gruppo con investimenti anche fino a 500.000 euro.

Business Model

Il business model viene generalmente definito come il modo in cui “un’azienda crea, fornisce e acquista valore“. Il valore può essere economico, sociale o di altre forme.

Business Plan

Il Business Plan va a definire, sinteticamente, la mission, il modello di business, i prodotti e servizi, il mercato e infine si occupa degli aspetti economico-finanziari.

Crowdfunding

Il crowdfunding è una modalità di raccolta fondi basata su donazioni, prestiti, partecipazioni al capitale.

Elevetor Pitch

L’elevetor Pitch, o più comunemente “Pitch” è una modalità di presentazione del proprio progetto a potenziali investitori. L’imprenditore ha a disposizione cinque minuti – il tempo imposto da una corsa in ascensore – per presentare la propria impresa in maniera sintetica ed efficiente. Molte organizzazioni, in Italia e all’estero, utilizzano questa modalità di presentazione in eventi dedicati alle start-up.

Incubatore d’impresa

L’incubatore d’impresa è una struttura di supporto alle start-up il cui scopo è quello di sostenere le imprese durante la fase di avvio (start-up) e di ingresso sul mercato.

Start-up

Con il termine start-up si identifica il periodo d’avvio di un’impresa. È una fase embrionale in cui, molto spesso, si sta ancora procedendo all’acquisizione delle risorse tecniche, alla definizione dei ruoli aziendali e alla pianificazione di attività necessarie per accedere al mercato.

Venture Capitalist

Sono investitori nel capitale di rischio di società con forte potenziale di crescita. Apportano capitali alle start-up ma anche consulenza direzionale e strategica. Effettuano investimenti maggiori dei business angel e di durata anche più lunga.

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi essere “BRAVA” anche tu? Iscriviti al progetto e scopri tutte le opportunità
iscriviti al progetto
Privacy Policy
Contact Form








×