È nato deSwag

Il 15 luglio abbiamo avuto il piacere di partecipare alla Demo Night ad H-Farm in cui le diverse startup coinvolte nel programma di accelerazione hanno avuto l’occasione di presentare il progetto a cui lavorano intensamente da mesi.

È stata una serata davvero stimolante che ci ha permesso di conoscere diverse realtà interessanti e soprattutto di chiacchierare con tanti giovani brillanti impegnati a realizzare il proprio sogno nel cassetto. Oggi, in particolare, vogliamo raccontarvi la storia di due talentuose ragazze: Clara e Francesca, ecco cosa ci hanno raccontato.

Buongiorno Clara e Francesca, raccontateci qualcosa di voi.

Mi chiamo Clara e tra le mie più grandi passioni vi è da sempre la moda tant’è che mi sono laureata in Fashion Marketing allo IED Moda di Milano e ho proseguito la mia carriera lavorando come Sales Associate per due anni in Valentino e come Recruiter per il Boston Consulting Group.

Piacere, io sono Francesca. Come Clara coltivo da anni la passione per il mondo della moda e per questo motivo seguito un Foundation Course al Polimoda di Firenze per apprendere le basi tecnico-creative del Fashion Design per poi laurearmi in Fashion Communication allo IED Moda di Milano. Ultimato il mio percorso di studi ho lavorato come Web Editor a Glamour e come Assistente di produzione a TVN Media Group.

Come è nato deSwag?

deSwag è un progetto nato nel 2013 dalla nostra tesi di laurea allo IED. Pur frequentando corsi diversi io e Francesca siamo sempre state amiche e abbiamo avuto la possibilità di lavorare ad un progetto di tesi comune. L’idea di deSwag nasce dalla volontà di unire il mondo del gaming a quello della moda seguendo quello che si preannuncia essere un vero e proprio trend.

deSwag nasce come fashion game e si rivolge ad un pubblico composto da fashion victim e trend follower attente alle ultime tendenze in fatto di moda. La nostra audience ha come riferimento brand aspirazionali  e si caratterizza per un’anima molto social e una forte propensione verso il gaming.

Come funziona deSwag?

Il game si svolge nelle diverse capitali internazionali della moda, la prima versione si concentra su Milano ed è costituita da vari livelli corrispondenti alle principali vie dello shopping. La giocatrice ha la possibilità di incontrare le proprie icone di stile preferite e acquistare realmente capi e accessori di moda vinti virtualmente grazie al collegamento diretto a piattaforme fashion e-commerce.

Che consigli dareste ad una giovane donna che sogna di dar vita al proprio progetto? 

Il primo e più importante consiglio è quello di credere fino alla fine alla propria idea, è l’unico modo per riuscire a superare gli ostacoli che, inevitabilmente, si incontrano nel proprio cammino. Molto importante è anche la scelta del proprio team che dev’essere composto da persone fidate e con competenze e background diversi dal nostro: quando si avvia una startup è fondamentale avere una certa apertura verso il mondo e avere la capacità di stabilire un rapporto osmotico con la propria squadra. Solo in questo modo può esserci un reale scambio ed accrescimento, professionale e personale.

Clara e Francesca tra tre anni: come vi vedete? 

Confidiamo, ovviamente, in una crescita di deSwag e nella nostra capacità di adattamento alle future esigenze del mercato. In questo momento, poi, il nostro mercato di riferimento è l’Italia ma non nascondiamo che ci piacerebbe avere la possibilità di lavorare anche con altri mercati, quello asiatico in particolare è particolarmente interessante.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi essere “BRAVA” anche tu? Iscriviti al progetto e scopri tutte le opportunità
iscriviti al progetto
Contact Form








×