5 consigli per essere un buon leader

Amantha Imber, è una giovane australiana ed è stata definita il capo più buono del mondo dal “Daily Mail”. Perchè? Consente ai suoi dipendenti di prendersi dei periodi di pausa in qualsiasi momento il loro fisico o la loro mente lo richiedano. Secondo Amantha ciò dà ai dipendenti il pieno controllo delle loro energie, che saranno in grado di autogestire il loro rapporto tra vita privata e lavoro.

Ma d’altra parte non tutti ci riescono bene come Amantha o quantomeno non possono, ma per riuscire ad essere un capo migliore per i dipendenti che comportamenti si devono evitare? Vi elenchiamo qualche consiglio che startupitalia ha condiviso sperando possano esservi utili per non far scappare i vostri dipendenti:

•  non far lavorare più di 50 ore a settimana: sovraccaricare di impegni non dà i frutti sperati, o quantomeno ricompensateli;
•  fai vedere il tuo lato umano: non siamo automi e non pensare sempre e solo alla produttività;
•  non fare false promesse: millantare promozioni o aumenti di stipendio non aiuta a placare gli animi;
•  lascia lavorare in autonomia, ma fai sentire la tua presenza morale;
•  mantieni alto il livello di competitività: una sana rivalità spingerà in alto le tue performance e quelli dei tuoi dipendenti.

Se oltre a questo, hai bisogno di essere consigliata visita la nostra pagina http://progettobrave.it/iscriviti, potrai accedere al progetto Brave! che sostiene e valorizza startup e imprese al femminile della provincia di Vicenza e zone limitrofe. Con l’adesione al progetto avrai un tutoraggio gratuito per l’avviamento o il consolidamento della tua attività imprenditoriale e molti altri servizi offerti da Confartigianato Vicenza!

Image Credit: shutterstock

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi essere “BRAVA” anche tu? Iscriviti al progetto e scopri tutte le opportunità
iscriviti al progetto
Privacy Policy
Contact Form








×